PRODURRE MEGLIO E DI PIU' RISPARMIANDO ACQUA


Lunedì 16 incontro tecnico di Confagricoltura Piacenza
 
È in programma lunedì 16 dicembre alle 9,30, presso la Sala Visconti di Confagricoltura Piacenza -  in Via Colombo, 35 - un incontro tecnico dedicato all’irrigazione di precisione. Dopo l’introduzione di Giovanni Marchesi, vicedirettore di Confagricoltura Piacenza e Responsabile del Servizio Tecnico, interverrà Gioele Chiari, funzionario del Consorzio di Bonifica del Canale Emiliano-Romagnolo, che parlerà dei vantaggi dell’irrigazione di precisione in termini di semplificazione e produzione. Seguirà la relazione di Pierangelo Carbone, funzionario del Consorzio di Bonifica di Piacenza, che illustrerà le linee guida sulle misurazioni dell’acqua ad uso irriguo. Poi il dibattito e le conclusioni a cura del Presidente di Confagricoltura Piacenza Filippo Gasparini. “Nell’incontro si approfondirà la possibilità di utilizzare il programma Irrinet per la misurazione dell’acqua, in alternativa al contalitri – spiega Giovanni Marchesi che coordinerà l’iniziativa -. Il tema è di grande attualità perché gli agricoltori, titolari di concessione di prelievo dell’acqua ad uso irriguo, a far data dal primo gennaio 2020 saranno tenuti a montare i contalitri. Irrinet è un sistema molto utilizzato in Romagna – precisa Marchesi – dove ha riscosso successo e garantisce buoni risultati. Le analisi condotte su quei territori riferiscono di un aumento della produttività del 15% e di un risparmio idrico del 20%. A questi dati va aggiunto il risparmio dell’energia necessaria per far funzionare gli impianti irrigui. Nella nostra zona Irrinet deve essere ulteriormente testato e l’iniziativa ha lo scopo di informare e formare sull’uso di questo strumento che non è solo alternativo al contalitri, ma fornisce anche la possibilità di un’irrigazione efficiente e di precisione. Potrebbe essere funzionale anche per le nostre coltivazioni, come mais e pomodoro, in cui si mira sempre a migliorare l’efficienza della nutrizione, diminuendo l’utilizzo dei concimi e diminuendo i rischi di lisciviazione dei nutrienti nei terreni, migliorando quindi ambiente e rese”. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.







  • 13/12/2019   -   259 letture  
  • Stampa questo articolo Stampa