INCENDI BOSCHIVI: DAP 1° LUGLIO SCATTA IN EMILIA-ROMAGNA LA FASE DI ATTENZIONE


Confagricoltura Piacenza ricorda: 1515 e 115 i numeri da chiamare per segnalare un incendio

Confagricoltura Piacenza ricorda che da oggi, lunedì 1° luglio, scatta la fase di attenzione per gli incendi nei boschi, così come prevede l’apposito Piano regionale.
“La fase di attenzione, in base all’eventuale peggioramento delle condizioni metereologiche, può trasformarsi, in accordo con le istituzioni interessate e il volontariato, in “stato di grave pericolosità” con divieto assoluto di accendere fuochi o strumenti che producano fiamme, e sanzioni a carico dei trasgressori aumentate – sottolinea la nota di Confagricoltura Piacenza -. Agli agricoltori impegnati nei campi chiediamo di vigilare contando sulla loro consueta collaborazione, segnalando prontamente”. L’Associazione ricorda inoltre che la bruciatura delle stoppie è vietata dalla condizionalità e sanzionata nella PAC.
Per informare tutti i cittadini, l’Agenzia regionale di Protezione civile ha messo a disposizione un breve filmato, volantini e manifesti per fare conoscere come si sviluppano, come evitarli e cosa fare in caso di incendio nei boschi. I numeri gratuiti da contattare per segnalare gli incendi sono il 115 (pronto intervento del dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile) e il 1515 (pronto intervento dei Carabinieri forestale).
Sempre da lunedì 1° luglio apre a Bologna la Sala operativa unificata permanente presso l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile. La Sala, che resterà attiva fino al 3 settembre, sarà operativa tutti i giorni dalle 8 alle 20 e in orario notturno con servizio di reperibilità, come deciso dall’Agenzia regionale in accordo con Vigili del fuoco, Carabinieri forestale, Arpae -Servizio Idro-Meteo-Clima.
I servizi territoriali dell’Agenzia regionale di Protezione civile saranno impegnati anche nell’attività verso Comuni e Unioni dei Comuni, di divulgazione delle opportune azioni di prevenzione e informazione sui fattori di rischio per incendi boschivi, il che potrà avvenire anche mediante interventi mirati alla salvaguardia del patrimonio boschivo e alla manutenzione delle aree limitrofe.
Infine, da oggi prendono il via anche le attività pianificate del volontariato - avvistamenti mobili e fissi -, a supporto delle unità dei Vigili del fuoco e dei Carabinieri forestale, che a loro volta innalzeranno il livello di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione delle azioni illecite. “Anche questo provvedimento ci rassicura – prosegue Confagricoltura Piacenza - ancor più alla luce dei recenti fatti che hanno visto campi di frumento oggetto d’incendi”.

 




  • 2/7/2019   -   75 letture  
  • Stampa questo articolo Stampa