Ancora positivo il mercato del lavoro piacentino nel 2019. In crescita l'occupazione femminile

  di: Redazione

Piacenz@ Economia Lavoro e Società presenta un’anteprima dei principali risultati relativi al mercato del lavoro provinciale nel 2019 diffusi recentemente dall’ISTAT, risultati che saranno comunque oggetto di ulteriori approfondimenti in occasione della redazione del prossimo report congiunturale dedicato al consuntivo dello scorso anno. Mentre l'economia ed il mercato del lavoro locali stanno vivendo grandi difficoltà connesse con l'emergenza sanitaria in corso, i dati sulle forze di lavoro da poco rese pubbliche da Istat e riferiti al 2019 delineano una situazione che per quell'anno era ancora certamente positiva, e che evidenzia in particolare il contributo dato dall’occupazione femminile. Va ricordato ad ogni modo che, essendo i dati riferiti a statistiche campionarie, occorre considerare i risultati esposti per le tendenze di fondo che emergono, piuttosto che rispetto alle variazioni puntuali da un anno all'altro.


I NUMERI DEL MERCATO DEL LAVORO A PIACENZA: I DATI PER L’ANNO 2019 E IL CONFRONTO CON GLI ANNI PRECEDENTI.

In provincia di Piacenza, in base agli ultimi dati della Rilevazione campionaria sulle forze di lavoro dell’ISTAT pubblicati a marzo, nella media del 2019 gli occupati sono stati 129.000, in aumento di mille unità rispetto all’anno precedente; la variazione positiva registrata è andata però a vantaggio della sola componente femminile (+2.000 unità), dal momento che quella maschile si riduce (-1.000).
Il tasso di occupazione si attesta, per la popolazione dai 15 ai 64 anni, al 69,9%, in aumento rispetto alla media del 2018 di 0,8 punti percentuali; cresce per le donne (al 62,6%, di quasi due punti percentuali) ma diminuisce per gli uomini (77,1%, -0,4 punti).
Nel 2019 le persone in cerca di occupazione sono sempre 8mila, stessa entità del 2018 (e del 2017), egualmente distribuite tra maschi e femmine. Il tasso di disoccupazione provinciale, al 6,1% nel 2017 e al 5,6 nel 2018, si stabilizza nel 2019 in leggero rialzo portandosi al 5,7% (+0,1 punti). In questo contesto, migliora il tasso di disoccupazione femminile, scendendo dal 6,7% al 5,9% (-0,8 punti), mentre quello maschile sale dal 4,7% al 5,5% (+0,8 punti).
Nel 2019 le persone attive sul mercato del lavoro (137mila), misurate dall’aggregato “forze di lavoro” (occupati e persone alla ricerca di un’occupazione), sono aumentate rispetto all’anno precedente di mille unità, unicamente grazie all’incremento registrato dalla componente femminile. La partecipazione al mercato del lavoro, misurata dal tasso di attività, è pari quindi al 74,2%, 0,8 punti percentuali in più rispetto al 2018. Si osserva in particolare una crescita della partecipazione femminile, dal 65,1% nel 2018 al 66,6% nel 2019, mentre la partecipazione maschile aumenta in misura inferiore, dall’ 81,5% all’ 81,7% (+0,2 punti).



Leggi l'analisi completa in allegato

 





 Allegati
  • 9/4/2020   -   392 letture  
  • Stampa questo articolo Stampa